Il più grande catalogo di libri di poker tradotti in italiano Logo

Log In

Username
Password
Non sei ancora registrato?


Libri Poker

Copertina libro
ONLINE CASH GAMES - 6 MAX
Harrington - Robertie
Disponibile
Pagine: 615
Codice ISBN: 978889725777
Caratteristiche: Carta Cocoon Offset, riciclata 100%, certificata FSC e approvata da Greenpeace; brossura cucita.
Tradotto in Italiano
Prezzo: 35.00 €


Copertina originale
COPERTINA ORIGINALE

Titolo originale

"Harrington on Online Cash Games. 6-max No-Limit Hold 'em"

Originariamente pubblicato in USA nel 2010 da:

Two Plus Two Publishing LLC 32 Commerce CenterDrive Henderson, NV 89014

© 2010 Two Plus Two Publishing LLC

© 2011 Boogaloo Publishing , casella postale 92, Rovereto (TN)


Scheda Libro

Per molti dei giocatori che stanno cercando di ottenere dei buoni risultati giocando cash game no-limit, il mondo dell'on-line è una frontiera ineludibile, ma si tratta di un "ambiente" molto diverso dall'ambiente dal vivo dei casinò; per questo motivo è necessario affrontarlo in maniera diversa e probabilmente anche con un differente approccio mentale. In questo libro ci focalizzeremo sulle partite 6-max. Il motivo è semplice. Se siete capaci di giocare bene in una di queste partite, il passaggio a una partita full-ring sarà semplice. Nei tavoli 6-max c’è un livello di aggressione superiore. È proprio per questo che lo scenario delle partite 6-max è il posto più adatto per imparare a padroneggiare il poker on-line. Il libro si divide in cinque parti. Nella prima  analizzeremo  i concetti che entrano in campo quando si gioca cash a NLHE. In  “Giocare on-line”, vedremo cosa rende il poker on-line diverso dal gioco live, spiegando come usare i database e gli HUD, come prendere note sugli avversari, il gioco multi-table, la selezione dei siti, dei tavoli e dei posti. In “Range e Distribuzione delle mani”, mostreremo come è possibile stimare il range di mani dei vostri avversari grazie alle statistiche dei loro HUD e il ruolo che giocano i range nella decisione di aprire con un raise, con un limp o con una 3-bet. In "Battere i micro-stake" ($0,10/$0,25) descriveremo due diverse strategie di gioco: una conservativa, ideale per i giocatori principianti, per ottenere profitti senza esporsi a troppi rischi, e una aggressiva, per sfruttare la debolezza e le lacune di gioco tipiche dei giocatori di queste partite. In "Battere gli Small-Stake" (da $0,25/$0,50 fino a $1/$2) spiegheremo che normalmente i giocatori che si incontrano a questi livelli giocano meglio rispetto ai micro-stake, ma in ogni caso si tratta di partite in cui è abbastanza semplice ottenere dei profitti.


Sommario

I numeri si riferiscono alle pagine in maniera da rendersi conto come è strutturato il libro (la numerazione si riferisce alla prima tiratura; successive tirature potrebbero avere numerazioni di pagine differenti, fermo restando contenuto invariato)
CHI È DAN HARRINGTON 1 CHI È BILL ROBERTIE 3 INTRODUZIONE 5 STRUTTURA DEL LIBRO 8 PRIMA PARTE CONCETTI FONDAMENTALI DEL NLHE 10 INTRODUZIONE  AL 6 MAX 11 LA STRUTTURA:13 POSIZIONI AL TAVOLO 20 STILI DI GIOCO:22 GIOCATORI LINEARI 25 IL RANGE 27 LA POSIZIONE 29 I 4 PRINICIPI FONDAMENTALI DEL NL HOLD 'EM 31 N.1: IL PRINCIPIO DELLA FORZA 31 N.2 IL PRINCIPIO DELL'AGGRESSIONE 32 N.3 IL PRINCIPIO (LA FILOSOFIA) DELLE PUNTATE 33 N.4 IL PRINCIPIO DELL'INGANNO 34 I RANGE DI APERTURA 35 APRIRE DALLE POSIZIONISUCCESSIVE 38 DIMENSIONE DELLE PUNTATE PER APRIRE CON UN RILANCIO 41 VARIARE GLI IMPORTI DEI RILANCI 44 FARE LIMP PREFLOP45 3-BETTARE E 4-BETTARE PREFLOP 47 FLOP: HEADS-UP O MULTIWAY 50 FLOP IN HEADS-UP 50 MULTIWAY AL FLOP 53 LE PUNTATE AL FLOP 56 VALUE BET 56 BLUFF 58 SEMI-BLUFF 59 CONTINUATION BET 59 DONK BET 60 INFORMATION BET 61 LEGGERE IL FLOP 62 DIMENSIONE DELLE PUNTATE AL FLOP E SULLE STREET SUCCESSIVE 68 GIOCARE AL TURN 71 PUNTARE AL TURN 73 FARE CHECK AL TURN 78 GIOCARE AL RIVER 80 REGOLE DA SEGUIRE PER BLUFFARE AL RIVER 84 ASPETTATIVA E VALORE ATTESO 86 POT ODDS 89 EXPRESSED ODDS E IMPLIED ODDS91REVERSE IMPLIED ODDS 94 DIMENSIONI DEGLI STACK 96 SHORT STACK 96 MEDIUM STACK 98 FULL STACK 98 DEEP STACK (STACK "PROFONDO") 99 ADATTARE LA PROPRIA STRATEGIA ALLA DIMENSIONE DELLO STACK 99 IMPLIED ODDS 103 VALORE DELLE MANI E DIMENSIONI DEL PIATTO 105 POT COMMITMENT 109 IL RAPPORTO TRA GLI STACK E LA DIMENSIONE DEL PIATTO (STACK TO POT RATIO) 111 PARTE SECONDA - GIOCARE ONLINE 114 INTRODUZIONE 115 ON-LINE VS LIVE 117 STAKE 117 MULTI-TABLING 119 TELLS 119 BUY-IN 120 IN CONCLUSIONE 121 DATABASE 122 HEADS-UP DISPLAY 123 I DATI DEI POKER TRACKER 124 INFORMAZIONI BASILARI 125 I CLASSICI 127 TIPOLOGIE DI GIOCATORI E ALLE STATISTICHE CHE LE CARATTERIZZANO 128 ALTRE STATISTICHE PREFLOP UTILI 132 STATISTICHE DEL GIOCO POST-FLOP 136 STATISTICHE POST-FLOP CONCLUSIVE 143 COSTRUIRE IL VOSTRO HUD 146 HUD ESSENZIALE 147 HUD PIU' COMPLETO 148 HUD MOLTO DETTAGLIATO 149 COME RIUSCIRE A RISPARMIARE SPAZIO 150 UTILIZZARE I DATI DEGLI HUD PER FARE DEDUZIONI SULLE CARATTERISTICHE DI GIOCO DEI VOSTRI AVVERSARI 152 ESEMPIO DI HUD N.1 152 LA NOSTRA STRATEGIA 154 ESEMPIO DI HUD N.2 156 LA NOSTRA STRATEGIA 158 ESEMPIO DI HUD N.3 159 LA NOSTRA STRATEGIA 161MONITORARE IL PROPRIO HUD 162 ALTRE STATISTICHE DEGLI HUD 164 SCRIVERE DELLE NOTE 169 ORDINARE LE NOTE 173 NOTE GENERALI 173 NOTE PREFLOP 176 NOTE POST-FLOP GENERALI 178 NOTE SULL'ACTION AL FLOP 182 NOTE SULL'ACTION AL TURN 185 NOTE RELATIVE187 MANO ESEMPIO N.1 188 MANO ESEMPIO N.2 191 MANO ESEMPIO N.3 195 SCRIVERE DELLE NOTE ALLA FINE DELLA SESSIONE DI GIOCO 198 ARGOMENTO N.1: RISULTATI DELLA SESSIONE 198 ARGOMENTO N.2: I RISULTATI DEGLI ALL-IN 201 PRIMO ESEMPIO DI MANO IN ALL-IN 203 SECONDO ESEMPIO DI MANO IN ALL-IN 204 CONCLUSIONI SUI DUE ESEMPI 205 ARGOMENTO N.3: SCRIVERE UNA LISTA DEI GIOCATORI SCARSI 206 RIFLESSIONI CONCLUSIVE 207 GIOCARE IN PIÙ TAVOLI CONTEMPORANEAMENTE (MULTI-TABLING) 208 RIFLESSIONI CONCLUSIVE 216 SELEZIONE DEI SITI, DEI TAVOLI, E DEI POSTI 217 SCEGLIERE UN SITO 218 GRANDE O PICCOLO, NUOVO O CONSOLIDATO? 218 POSSIBILITÀ DI UTILIZZARE SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL DATABASE 219 DATAMINING 220 ONESTÀ'221 LIVELLO MEDIO DI ABILITÀ DEI GIOCATORI 222 RAKE 223 RAKEBACK E BONUS 224 LA SCELTA DEL TAVOLO 226 LA SCELTA DEL POSTO 228 PARTE TERZA - RANGE E “DISTRIBUZIONE” DELLE MANI 238 INTRODUZIONE: ANALISI DELLA MANO (OLD SCHOOL) 239 CHE COSA È UN RANGE 245 GIOCARE CONTRO UN RANGE TIGHT 246 GIOCARE CONTRO DEI RANGE DI APERTURA PIÙ LOOSE 256 STIMARE I RANGE DI CALL 258 CHE COSA È LA "DISTRIBUZIONE"? 263 IL CALCOLO DELLA DISTRIBUZIONE 269 DISTRIBUZIONE CONTRO UN RANGE DEL 12% 270 DISTRIBUZIONE CONTRO UN RANGE DEL 25% 276 ANALISI DELLE MANI 282 IL RANGE E LA DISTRIBUZIONE DEL GIOCATORE A 285 RANGE E DISTRIBUZIONE DEL BIG BLIND 289 VALUTARE LA NOSTRA AZIONE 293 IL CALCOLO DEL NOSTRO VALORE ATTESO 295 CONCLUSIONE301 PARTE QUARTA-BATTERE I MICRO-STAKE 303 INTRODUZIONE: COME GIOCANO I GIOCATORI DEI MICRO-STAKE 304 ATTACCO E DIFESA NEL POKER 306 CONSIGLI GENERALI PER BATTERE I MICRO-STAKE 309 GUIDA ALLE STARTING HAND PER 6-MAX MICRO-STAKE 320 STRATEGIA N.1: GIOCARE TIGHT 321 STRATEGIA N.2: GIOCARE PIÙ LOOSE 323 RUBARE I BUI 326 DIMENSIONI DELLE PUNTATE NELLE PARTITE MICRO-STAKE 329 ISOLATION RAISE 334 LIMP E CALL3393-BETTARE E 4-BETTARE NELLE PARTITE MICRO-STAKE 341 LA MOSSA DI "JOHNNY ALL-IN"349GIOCARE ASSO-RE NELLE PARTITE MICRO-STAKE 353 PUNTARE PER VALORE NELLE PARTITE MICRO-STAKE 356 SEMI-BLUFF 362 INTRAPPOLARE 365 GESTIRE LE GROSSE PUNTATE NEL POST-FLOP 371 GUARDARE AVANTI 380 PROBLEMI38PROBLEMA 4-1 382 PROBLEMA 4-2 386 PROBLEMA 4-3 390 PROBLEMA 4-4 393 PROBLEMA 4 8 412 PROBLEMA 4-9 416 PROBLEMA 4-10 421 PROBLEMA 4-11 423 PROBLEMA 4-12 428 PROBLEMA 4-13 432 PROBLEMA 4-14 436 PARTE QUINTA - BATTERE GLI SMALL STAKE 438 INTRODUZIONE: SALIRE DI LIVELLO 439 ADATTARSI AGLI SMALL STAKE 441 CATEGORIE DI GIOCATORI 441 LE STATISTICHE DEGLI HUD 444 SELEZIONE DEI TAVOLI 446 RANGE E ACTION PREFLOP 447 TENDENZE POST-FLOP GENERALI 449 ACTION AL FLOP 449 ACTION AL TURN 450 ACTION AL RIVER 451 LE GIOCATE "PARTICOLARI" INIZIANO A FARE LA DIFFERENZA 452 LA DIFESA 453 SAPER LEGGERE LE MANI 454 GIOCARE CONTRO GLI SHORT STACK 455 MANI PER APRIRE PREFLOP 457 FURTO E DIFESA DEI BUI 463 DIFESA DEI BUI 468 3-BET E 4-BET 471 RISPONDERE A UN RILANCIO INIZIALE 472 UN ESEMPIO CLASSICO 473 UN ALTRO ESEMPIO 484 ATTACCARE I RILANCI DEI GIOCATORI SCARSI 487 COME RISPONDERE AD UNA 3-BET 487 FLOP: TATTICHE PER GLI SMALL STAKES 494 VOI SIETE STATI L'AGGRESSOR PREFLOP 495 COME GIOCARE LE MANI FORTI 496 GIOCARE LE MANI TOP PAIR - TOP KICKER E LE OVERPAIR 500GIOCARE I PROGETTI504GIOCARE LE MANI DEBOLI O DEL TUTTO PRIVE DI VALORE 508 DIFENDERSI DALLE CONTINUATION BET 510 PUNTARE PER VALORE NELLE PARTITE SMALL STAKE 518 SITUAZIONI PROBLEMATICHE AL RIVER 519 ESTRARRE VALORE CON MANI PIÙ FORTI 527 PROBLEMI 533 PROBLEMA 5-1 534 PROBLEMA 5-2 537 PROBLEMA 5-3 541 PROBLEMA 5-4 543 PROBLEMA 5-5 546 PROBLEMA 5-6 551 PROBLEMA 5-7 556 PROBLEMA 5-8 560 PROBLEMA 5-9 564PROBLEMA 5-10 567 PROBLEMA 5-11 570 PROBLEMA 5-12 574 PROBLEMA 5-13 577 PROBLEMA 5-14 580 PROBLEMA 5-15 585PROBLEMA 5-16 590 PROBLEMA 5-17 593 GLOSSARIO 602
banner
Dan Harrington e Bill Robertie tornano in libreria con "Online Cash Game", uscito nel 2010 e finalmente tradotto in italiano. “Online Cash Game” si propone come una guida per affrontare il passaggio dal poker giocato live al poker online: le regole del gioco sono sempre le stesse – ovviamente – quel che cambia è l'approccio del giocatore.Giocare online non deve significare fare un salto nel buio. Harrington e Robertie ci insegnano ad essere consapevoli delle scelte che facciamo. Le mosse fatte a casaccio o l'improvvisazione, infatti, nell'online sul lungo periodo non pagano! L'ambiente sul web è completamente diverso dal casinò e Dan Harrington in 5 capitoli svela i segreti per destreggiarsi nella giungla del poker su internet. Ad essere presi in esame sono i tavoli 6-max, notoriamente più aggressivi, perchè il poker online fondamentalmente è aggressione. Secondo Harrington e Robertie, infatti, i 6-max handed costituiscono lo scenario ideale. Una volta imparato a gestire questo tipo di tavolo, il passaggio al full ring sarà molto semplice. Una sezione molto corposa del libro si concentra sul corretto utilizzo dei potenti tools offerti dall'online. Strumenti che possono fare la differenza se usati a dovere. Come la gestione dei poker tracker: database che tracciano i profili di gioco dei player. Software complementari, ritenuti indispensabili dagli autori per analizzare il proprio gioco e quello degli avversari, ma anche per avere una corretta gestione del bankroll. Un intero capitolo è dedicato, poi, all'analisi delle diversità di approccio tra gioco live e online. Assai esauriente è la parte dedicata alla selezione della poker room, del tavolo e della posizione migliore da scegliere al tavolo. Bella anche l'appendice dedicata al gioco multitable. Si passa poi allo studio del range e alla distribuzione delle mani: sempre utilizzando i software di poker come HUD (head-up database), si arriva alla giusta lettura dell'avversario e di conseguenza alle decisioni più corrette da prendere. Capitoli di grande interesse sono anche le sezioni su come battere i micro-stakes e gli small-stakes, con strategie che spaziano dall'aggressione fino a quella più conservativa, studiate ad hoc per essere utilizzate contro diverse tipologie di player. Insomma, quando il duo di autori più accreditato del poker mette le mani ad un libro, il successo è assicurato. Così come è accaduto con i due volumi di “Cash Game” o con la pietra miliare per i tornei “Harrington on Hold'em” volume 1 e 2,  anche l'attuale “Online Cash Game” ha ottenuto consensi di pubblico e critica. Per chi ancora non l'avesse letto, è un piccolo investimento che vale la pena di fare. Recensione a cura di www.Assopoker.com
 

Dan Harrington ha rivoluzionato il modo in cui il giocatore medio di poker ha approcciato la propria strategia in queste discipline. Adesso, ci ha riprovato con Online Cash Games, il suo ultimo libro di recente pubblicazione. Come indicato dal titolo, questo libro si concentra su un sottogenere ben preciso dei tavoli online; e, invero, è perfino più specifico di quanto indichi il titolo, dato che restringe il suo perimetro ancora di più, andando a insegnare al lettore come dominare ai microlimiti (che hanno blinds non superiori a 0,10-0,25) e ai limiti bassi (0,25-0,50, 0,50-1 e 1-2). Prima di passare a parlare del contenuto del libro, è buona cosa premettere che se al momento non possedete un software di tracking, tipo Poker Tracker o Holdem Manager, e non intendete comprare mai un programma del genere, questo libro non fa per voi. A differenza delle sue opere precedenti, che presentano un quadro di strategie per il poker intese a servire il lettore sia nelle situazioni online sia nelle situazioni dal vivo, questo libro si concentra invece sui tipi di giocatori che incontrerete online e su come affrontarli al meglio. Pertanto, l’autore mette in chiaro che, se non vi state servendo di un software di tracking, state fondamentalmente giocando per lo più al buio. Detto ciò, Harrington si dimostra in stato di grazia nell’insegnarvi, passo a passo, a configurare la finestra HUD che vi darà tutte le informazioni necessarie sui vostri avversari ai due limiti ai quali vuole che dominiate. Descrive le varie opzioni disponibili nei software di tracking standard e spiega, nel dettaglio, quali di queste hanno maggiore valore nell’uso quotidiano e quali non faranno che occupare spazio sullo schermo. Per chi non è già ben versato per questi programmi, ma è interessato a integrarne uno nel proprio gioco, già questa sola caratteristica vale molte volte il prezzo del libro.  Una volta che vi ha aiutato a configurare la vostra finestra HUD, Harrington passa a descrivere il tipo di presa di note più utile ad ampliare i dati che accumulerete sui vostri avversari mano dopo mano, ponendo soprattutto l’accento sui tipi di mani con cui gli altri giocatori decidono di andare all-in, di fare 3-bet e 4-bet e di arrivare allo showdown dopo aver effettuato altre azioni molto importanti. Fornisce poi al lettore un utile sistema di note stenografiche che rende la presa di note efficace e informativa e presenta degli esempi di come queste possano essere impiegate per contrastare gli avversari. Quindi, pone un forte accento su un concetto più basilare: i range e le distribuzioni. Distrugge il falso mito del “mettere qualcuno su una mano”, che al massimo è una scommessa che può essere centrata come anche no, sostituendolo con la semplice comprensione, basata sulle statistiche di un giocatore, di quale range di mani quest’ultimo stia probabilmente giocando. Utilizzando le informazioni nella finestra HUD, potete osservare con che frequenza un giocatore mette volontariamente chips nel piatto e con che frequenza entra con un rilancio. Ciò vi permette di farvi un’idea chiara di cosa stia forse giocando e di decidere cosa fare con la vostra mano in base alle vostre probabilità di vittoria contro il suo intero range di mani. Questo concetto diventa la pietra angolare del resto del libro, nel quale Harrington descrive come utilizzare queste informazioni per mostrare un profitto duraturo ai microlimiti e ai limiti bassi. Attraverso una serie di concetti generici e di esempi mirati e dettagliati, illustra al lettore il gioco prima e dopo il flop, mostrandogli come giocare al meglio contro l’ampia varietà di giocatori che incontrerà. Sulla base della storia dell’altro giocatore, che è dettagliata nella finestra HUD, viene descritto un gran numero di mosse strategiche che hanno le migliori probabilità di portare a un profitto. Se siete il tipo di persona il cui atteggiamento nei confronti di un libro di poker è del tipo “mi hanno detto che non c’è da sapere di matematica”, vi sarà più utile un insegnante diverso. Mentre nei suoi libri precedenti la matematica da sorbire presente nelle indicazioni era in quantità limitata, qui la matematica è invece centrale per la trattazione in ogni passo del libro. Con la mole di dati disponibili nella finestra HUD e grazie a una presa di note accurata, l’autore può redigere tabelle e grafici che tratteggiano in modo dettagliato e abbastanza preciso come è probabilmente messo nella maggior parte delle situazioni al tavolo, stando unicamente ai dati, e trasmette l’importanza di ciò in ogni pagina del libro. Nonostante la notevole dipendenza dai numeri, Online Cash Games mantiene la già nota estrema leggibilità dei libri precedenti dell’autore. Il libro è stato, come tutte le sue opere precedenti, letteralmente impossibile da mettere giù, dato che ogni concetto si sviluppa in modo continuo a quelli precedenti. Come sempre, non appena disseziona una mano dopo l’altra per capire come trarre il massimo profitto, l’autore ci offre una sbirciatina intima nel profondo della mente di uno dei giocatori di maggiore successo di tutti i tempi. Se giocate a uno qualsiasi dei limiti su cui Harrington si concentra in questo libro, troverete una gran mole di informazioni che miglioreranno certamente il vostro gioco. I suoi pensieri sulle puntate per valore, sulle 3-bet e sulle 4-bet e sul gioco adeguato per il flop e il turn vi aiuteranno a ridurre quelle che, per la maggioranza dei giocatori ai limiti bassi, sono enormi lacune. Per chiunque voglia approfittare seriamente dei veri e propri vantaggi che si hanno a disposizione giocando a poker online, ben provvisto di quante più informazioni possibili, questo libro rappresenta un’introduzione davvero completa su come riuscirci nel modo più efficace possibile. Online Cash Games è una degna aggiunta alla serie di libri sul poker dell’autore e sicuramente occuperà il posto di nuova pietra miliare nella letteratura pokeristica.

Recensione a cura di ClearSpine

per www.Pokerworks.com

 
banner
PHP Notice: Undefined variable: news in D:\Domains\boogaloopublishing.com\wwwroot\dettaglio_libro.php on line 138 PHP Notice: Trying to get property of non-object in D:\Domains\boogaloopublishing.com\wwwroot\dettaglio_libro.php on line 138